Contattaci
Contattaci
Scopri la CPaaS, la nuova dimensione della Customer Experience SCARICA IL WHITEPAPER

WhatsApp Business API: come scegliere il provider

WhatsApp Business API è un’interfaccia che consente alle organizzazioni di medie e grandi dimensioni di sfruttare il canale WhatsApp e le sue funzionalità all’interno dei flussi di comunicazione con i clienti. Come dichiarato dalla stessa Facebook Meta, l’API di WhatsApp Business serve per comunicare con i clienti su vasta scala, collegando il personale dell’azienda con tutti i propri clienti.

Nonostante l’assonanza, tra l’app di WhatsApp Business e WhatsApp Business API esistono differenze di spicco: la prima un’applicazione (business) indirizzata alle PMI e pensata per la comunicazione individuale, il secondo è un servizio flessibile e scalabile che soddisfa le esigenze di customer engagement del segmento enterprise. In quanto interfaccia di programmazione (API), WhatsApp Business API non ha una user interface: le sue funzionalità vengono integrate all’interno di applicazioni di business e di soluzioni come i CRM, i sistemi di ticketing e le piattaforme di omnichannel contact center, nelle quali WhatsApp è uno dei canali di customer engagement.

WhatsApp Business API e il ruolo dei Provider

Per sfruttare al massimo le potenzialità di WhatsApp Business API nel proprio ecosistema, Facebook Meta prevede che l’azienda si affidi a un Business Solution Provider (BSP), un operatore qualificato che, potendo vantare una sinergia di competenze, infrastruttura e soluzioni dedicate, funge da punto di contatto tra l’azienda e il network WhatsApp.

Come valutare il partner, dalle funzionalità al costo

Nell’ecosistema del customer engagement, il ruolo del provider è centrale e va scelto con cura. Al giorno d’oggi ci sono circa 60 fornitori BSP, e LINK Mobility è uno di questi.

Cosa deve assicurare il provider giusto? Fondamentali sono una serie di caratteristiche da tenere in considerazione:

1. Processo di onboarding guidato

Un provider attento alle esigenze dell’azienda, soprattutto in fase iniziale, è fondamentale per il monitoraggio costante delle attività e la costruzione di use case in linea con le complesse policy di Whatsapp.

2. Assistenza

Fondamentale un’assistenza taylor-made, costruita sulle esigenze dell’azienda e con ampi margini di pronta reperibilità (anche 24-7) e in italiano.

3. Soluzioni

La soluzione del partner deve garantire resilienza e performance, ma soprattutto supportare tutte le funzionalità di cui l’azienda ha bisogno per comunicare efficacemente attraverso WhatsApp. Sotto questo profilo, possono esserci differenze sensibili tra un partner e l’altro, ovvero non tutti supportano ogni feature disponibile in WhatsApp Business API. Qualche esempio: l’API di WhatsApp supporta l’invio di modelli di messaggi transazionali (come le notifiche di invio spedizione, ricezione di bonifici…), che possono essere inoltrati direttamente dall’azienda ai clienti senza input da parte loro, a differenza dei messaggi di sessione. Il partner deve supportare l’invio dei modelli di messaggio, ma anche offrire semplici procedure di creazione e di convalida, poiché i template vanno sempre approvati da Facebook. Stesso discorso per quanto concerne la localizzazione dei modelli, utile quando l’azienda deve impostare flussi di comunicazione in diverse regioni geografiche, nonché il supporto di funzionalità di rich messaging come l’invio di immagini, documenti (si pensi alle carte d’imbarco) e mappe geolocalizzate insieme ai messaggi testuali.

Fondamentale nella scelta del provider è poi considerare l’offerta di soluzioni free code per la conversazione e di soluzioni che permettano di fare fallback (in assenza di rete) internet su vari canali, tra cui gli SMS. Possono poi esistere differenze in ambito di gestione dei contatti, ma soprattutto a livello di automazione: alcuni provider permettono di creare e implementare chatbot nei flussi di comunicazione via WhatsApp, disegnando conversazioni potenziate dall’NLP (Natural Language Processing) che sollevano gli operatori dalle relazioni più semplici e di routine. È il caso, ad esempio, di Xenioo, piattaforma cloud omnicanale che dà la possibilità di creare e automatizzare conversazioni personalizzate business to consumer, utilizzando un’ampia gamma di canali, sia testo che voce.

 

Il partner deve essere inoltre costantemente aggiornato sulle novità di WhatsApp Business API, deve comunicare con tempestività e proattività con l’azienda e adottare un modello di prezzo in linea con le esigenze dei suoi clienti. Altro determinante fattore di scelta, i modelli di pricing sono in ogni caso la somma tra il costo di WhatsApp e quello del BSP. La certezza è che dallo scorso 1° febbraio 2022 il modello adottato da WhatsApp è basato sul numero di conversazioni (le prime mille sono gratuite) e non più sulle notifiche, con differenze importanti a seconda del soggetto (azienda o cliente) che avvia la conversazione. Su questi costi, che vengono sostenuti indirettamente dal cliente finale, il partner aggiunge i suoi prezzi che dipendono dai servizi e dalle soluzioni implementate: i modelli più comuni sono il costo per messaggio, per bundle di messaggi o per numero di utenti attivi sul mese.

richiedi una demo

5 motivi per utilizzare WhatsApp

WhatsApp è diventata rapidamente una delle piattaforme di chat più popolari al mondo, con oltre 2 miliardi di utenti attivi in ​​180 paesi.

Ogni giorno vengono inviati circa 100 miliardi di messaggi su WhatsApp, Messenger e Instagram Direct. Naturalmente, le aziende hanno colto questa tendenza e riconoscono in questa piattaforma di messaggi un hotspot per opportunità di business.
Vediamo 5 motivi per cui anche la tua azienda dovrebbe utilizzare WhatsApp per comunicare.

 

1. Vincere il contest di popolarità

WhatsApp supera in popolarità altre famose app di messaggistica, ma molte aziende concentrano ancora le loro comunicazioni e la loro presenza su altri canali.

Tuttavia, le aziende che vogliono davvero raggiungere i propri clienti, nel posto giusto al momento giusto, hanno incluso WhatsApp tra canali utilizzati. In effetti, il 61% delle persone sceglierebbe di scambiare messaggi con il brand piuttosto che comunicare via telefono, e il 59% delle persone al canale eMail preferirebbe quello di messaggistica istantanea. ***

Il coinvolgimento del cliente è fondamentale, e ci sono enormi vantaggi per le aziende che decidono di investire nella creazione di customer journey più fluidi attraverso la messaggistica.

La stessa WhatsApp ha conducendo un sondaggio su scala globale, è riuscita ad individuare alcune tendenze:

Ciò significa che se da un lato la nostra lealtà verso un marchio o un servizio sta cambiando,e che l’esperienza del servizio clienti è diventata un punto cruciale nella nostra Customer Journey; dall’altro che per i brand c’è un alto potenziale di sviluppare un fattore di “viscosità” con i propri clienti, attraverso customer care ad alto valore aggiunto.

2. Su misura per soddisfare le tue esigenze

WhatsApp potenzia la comunicazione tra aziende e clienti a livello globale. Esistono tre diverse versioni di WhatsApp: l’app WhatsApp di facile utilizzo, l’app WhatsApp Business per piccole imprese e imprenditori e WhatsApp Business API per aziende di medie e grandi dimensioni.

Con le funzionalità avanzate del servizio API, l’implementazione di una comunicazione versatile è semplice in ogni fase del percorso del cliente.

Grazie all’integrazione con i sistemi aziendali è possibile gestire in modo automatico le notifiche transazionali, o di alto interesse per il cliente finale, così come tenere aggiornate le informazioni dei clienti sul nostro CRM e gestire in modo efficace i ticket di supporto.

Il servizio clienti potrà essere attivo 24/7, anche con l’introduzione di Bot preposti a raccogliere le informazioni nei momenti di chiusura, o a smarcare le richieste più semplici.

Inoltre, la possibilità di utilizzare contenuti multimediali come immagini, posizioni, codici QR o condividere documenti, è possibile strutturare conversazioni a valore aggiunto sia per i clienti, che per la tua azienda.

 

3. Sicuro e protetto

Le aziende che utilizzano il servizio avranno un profilo aziendale verificato, in modo che i consumatori sappiano che stanno chattando con l’azienda giusta. Ogni messaggio WhatsApp viene inviato in modo sicuro con crittografia end-to-end ciò significa che WhatsApp garantisce che solo tu e la persona con cui stai comunicando potrete leggere o ascoltare ciò che viene inviato e nessun altro, nemmeno WhatsApp stesso.

4. Parlare con i tuoi clienti utilizzando le app che preferiscono

Ad Ottobre 2021 2 Miliardi di utenti nel mondo hanno fatto accesso a WhatsApp (dati su base mensile).
Ma il mercato italiano?

Se sul mercato italiano, gli smartphone connessi coprono il 128% della popolazione (parliamo di oltre 77 Milioni di device), il 94,4% degli utenti conferma di utilizzare almeno una volta al mese le app di messaggistica. Considerando poi che nel 2020 l’app con più utenti attivi al mese è stata WhatsApp (seguita da Facebook, Instagram e Facebook Messenger) è facile intuire come il baloon verde sia da considerarsi una tra le app preferite degli utenti italiani.

E lo abbiamo visto su scala globale: gli utenti preferiscono WhatsApp anche per comunicare con i brand. Ma perché?

  1. WhatsApp è senz’altro un canale familiare: ogni giorno lo utilizziamo per conversare con amici e parenti, per inviarci comunicazioni rapide con i colleghi e talvolta anche con i clienti.

  2. È una comunicazione asincrona: le comunicazioni tra clienti e aziende non richiedono di tenere aperta la finestra del browser, il che aiuta a rendere le comunicazioni più naturali. Il personale del servizio clienti e gli esperti possono rispondere alle domande su WhatsApp e un esperto può gestire più clienti contemporaneamente.
    Il cliente stesso poi, potrà leggere ed eventualmente rispondere, appena possibile.

  3. È multimediale: grazie i QRcode e ai link cliccabili, indirizzare i consumatori al servizio clienti o a un esperto sta diventando sempre più facile e veloce, migliorando inevitabilmente l’esperienza del cliente. Lo stesso vale per la possibilità di condividere immagini e sottoscrivere documenti.

Qualche esempio? Un’assicurazione che voglia creare un servizio di sottoscrizione rapida, può attivare il servizio di rinnovo direttamente su WhatsApp, così che sia facile condividere tutta la documentazione con il proprio cliente (e viceversa).
In caso di sinistro poi, il cliente può ricevere istruzioni per fornire le informazioni e inviare le immagini necessarie per il suo reclamo. WhatsApp offre alle aziende la possibilità di creare valore aggiunto in vari punti di contatto online e offline.

5. Dare ai clienti quello che vogliono

Poiché l’invio di notifiche richiede il consenso preventivo (opt-in) del destinatario, i brand possono garantire che il destinatario desideri ricevere comunicazioni sul canale WhatsApp.

Possiamo considerarlo tra i canali preferiti dei consumatori? Sì, soprattutto perché il 64%** degli utenti desidera contattare le aziende messaggiando, anziché telefonando, e l’81% dichiara di sentirsi frustrato nel rimanere legato ad una chiamata, o ad una chat sul browser.

Ecco perchè comunicare in un’applicazione familiare ed alto valora aggiunto come WhatsApp aumenta il coinvolgimento con i tuoi clienti e prospect. Scopri come iniziare subito con Whatsapp Business API.

Vuoi saperne di più su come sfruttare la potenza di WhatsApp? Rivolgiti a noi!

richiedi una demo

 

 

* https://intigress.com/blog/digital-advertising/responsive-search-ads

** https://ddiy.co/sms-marketing-statistics/

*** “Motivations and Mindsets in Messaging” di Sentiment Decision Science (studio commissionato da Facebook su 8.157 persone che usano Messenger, WhatsApp e/o Instagram Direct su base giornaliera)

**** https://wearesocial.com/it/blog/2021/02/digital-2021-i-dati-italiani/

Come mantenere il dialogo dopo il #BlackFriday

Anche se la Black Week sta per finire, non interrompere le conversazioni con i tuoi clienti. Sfruttando il Black Friday e il Cyber ​​Monday come trampolino di lancio per le festività natalizie, con la giusta strategia potrai assicurarti che i clienti ritornino ad acquistare anche dopo le festività.

In alcune zone, le persone sono ancora spaventate all’idea di immergersi nella folla dei negozi, infatti sempre più clienti scelgono di fare shopping online, e ciò rappresenta un’enorme opportunità per gli e-commerce. Imparare a sfruttare la frenesia dello shopping natalizio da mobile, pianificare una strategia online di successo e potenziare la propria presenza online, sono tutti elementi fondamentali per avere successo nel lungo termine!

Continua a leggere e scopri come offrire conversazioni maggiormente significative ai tuoi clienti, e che siano in grado di aiutarti ad incrementare i tuoi profitti, anche dopo il boom del Black Friday.

Sfrutta il potere della messaggistica conversazionale

La comunicazione mobile è fondamentale per i rivenditori, in particolare nei servizi legati al coinvolgimento dei clienti. Secondo SaleCycle.com, il 70% di tutte le vendite online del Black Friday nel 2020 è stato generato attraverso il traffico mobile, per un totale di 9 miliardi di dollari.
Noi di LINK, vediamo la messaggistica conversazionale al centro delle strategie di comunicazione mobile, perché è capace di trasformare efficacemente un messaggio transazionale unidirezionale in un’interazione bidirezionale.

La messaggistica conversazionale è adatta ad aiutare, coinvolgere e fornire un customer journey positivo, attraverso tutti i canali di comunicazione.

Un ottimo punto di partenza per le aziende retail che desiderano avviare conversazioni migliori è osservare come avviene l’interazione con i clienti su ogni canale. Promuovere una strategia di comunicazione omnicanale in grado di fornire la conversazione giusta, sul canale più indicato e nel momento migliore, offrirà punti di contatto più significativi per i tuoi clienti.

Personalizza la customer experience

Per aumentare il tasso di fidelizzazione, è fondamentale che i clienti percepiscano un senso di familiarità nei messaggi conversazionali.

La personalizzazione è ormai d’obbligo per dare ai clienti ciò che apprezzano: il loro nome nelle email, un cenno sui loro articoli preferiti, o le comunicazioni sul loro canale preferito.

Tutto questo, fa sentire i clienti apprezzati e ascoltati ed è ciò che conta di più nella messaggistica conversazionale.

Ora tocca ai brand di eCommerce portare le esperienze personalizzate al livello successivo. Nel mobile, questo può avvenire in diversi modi:

 

Live chat rapida

La Live Chat trasmette ai clienti la sensazione di essere considerati come persone e non come numeri, aiutandoli a superare le obiezioni iniziali.

Soprattutto per quanto riguarda i siti di e-commerce, il 79% dei business ha affermato che l’implementazione della Live chat, ha portato ad un incremento del tasso di fidelizzazione, delle vendite e delle entrate.

Offri a un cliente un’esperienza di acquisto ottima la prima volta, senza intoppi o pagine infinite da scorrere, è probabile che torni di nuovo.

Velocizza il processo d’acquisto


Un modo infallibile per far sfumare una vendita è rendere il processo di acquisto interminabile. Quando i siti di e-commerce sono lenti a caricare, i clienti inevitabilmente andranno altrove.

Assicura una transazione rapida e pianifica un sistema di follow-up per gestire tutti gli aspetti relativi al customer support, alla messaggistica, agli acquisti e altro ancora.

Questo serve a ricordare ad ogni singolo cliente che apprezzi il tempo che ha trascorso sul tuo sito per fare shopping.

Coinvolgi nuovamente i tuoi clienti con contenuti utili

Coinvolgendo di nuovo coloro che hanno già acquistato attraverso contenuti per loro rilevanti, li terrà legati a te tra il Black Friday e il Cyber ​​Monday, ma anche durante l’intera stagione delle vacanze.

Scegli la messaggistica omnicanale

La maggior parte dei clienti utilizza più di un canale, anche se per scopi diversi o in funzione della connessione Internet.

Analizzando attentamente come utilizzare ogni singolo canale per rispondere al meglio alle esigenze dei tuoi clienti, potrai inviare aggiornamenti automatici tramite SMS, mentre utilizzi chatbot per rispondere su WhatsApp Business.

Oppure potrai utilizzare il canale Voice per offrire maggiore rassicurazione e aumentare la qualità dell’esperienza.

In poche parole, è questa la messaggistica omnicanale: essere disponibili sui canali che i tuoi clienti usano nella loro vita quotidiana, garantendo anche la flessibilità di mantenere la conversazione quando si passa da un canale all’altro. Ed è fondamentale per far crescere il business attraverso i dispositivi mobili.

Ecco un elenco di alcuni dei principali canali utilizzati dalla maggior parte dei brand per mantenere il flusso delle conversazioni:

Pensa alle notifiche push per fare follow up

In prossimità del Black Friday, le notifiche push vengono aperte e attenzionate più che in qualsiasi altro periodo dell’anno.

I consumatori sono entusiasti di ricevere maggiori informazioni sulle vendite online. Per le aziende, questa è una straordinaria opportunità per analizzare i dati e scoprire quali sono gli articoli più o meno richiesti durante il Black Friday. In questo modo, potranno modificare le vendite e le promozioni da proporre durante i successivi picchi stagionali del settore retail.

Tracciare le vendite fin dalle origini aiuta a targettizzare le campagne data driven di messaggistica mobile durante il Cyber ​​Monday e le festività di Natale.

I clienti che acquistano una volta hanno una probabilità del 32% di ritornare a fare acquisti, la percentuale aumenta al 54% per coloro che acquistano per ben due volte.

Puoi incentivare gli acquisti ricorrenti offrendo sconti e coupon tramite notifiche push.

 

LINK: tiene a distanza la concorrenza

Le festività natalizie durano fino a gennaio, quindi mantieni aperte le vendite e le campagne di marketing attive durante tutto il mese di dicembre, se i dati ti confermano che ci sono ancora clienti che acquistano.

Reinvesti parte dei guadagni del Black Friday in promozioni, così da ottenere il massimo profitto dalla stagione degli acquisti.

Noi di LINK siamo pronti ad aiutarti a massimizzare i profitti e ad incrementare il tasso di fidelizzazione e di retention, mettendo a tua disposizione diversi canali di comunicazione per soddisfare i tuoi clienti e varie funzionalità dedicate, come LINK SMS Gateway, Xenioo, LINK Mobile Invoice e LINK Insight Dashboard.

Le soluzioni e i servizi targati LINK hanno l’obiettivo di fornire una messaggistica mobile attraverso vari canali, in grado di garantire conversazioni fluide e un customer service eccellente.

Contatta oggi stesso il nostro team per conoscere le offerte LINK.

 

richiedi una demo

Preparativi per il grande giorno

Con l’avvicinarsi delle festività natalizie, ogni azienda è alla ricerca di nuovi modi per attirare maggiori acquirenti. Considerando le potenziali entrate in gioco, dovresti essere pronto a utilizzare ogni mezzo possibile per raggiungere e coinvolgere i tuoi clienti.

La consegna di messaggi su larga scala rappresenta una scelta molto diffusa quando si realizzano strategie per eventi ad alto traffico, come gli imminenti giorni di shopping del Black Friday e del Cyber Monday, che danno il via alle festività natalizie.

Ovviamente, a causa delle restrizioni legate al Covid-19, il Black Friday dell’anno scorso ha raggiunto un numero di acquirenti online da record.

Alcuni dati importanti: le entrate hanno raggiunto la cifra di 188,2 miliardi, il 39% della popolazione globale ha effettuato gli acquisti tramite smartphone, mentre il restante 61% ha preferito utilizzare il computer.

E nel 2021 questo numero è destinato a crescere ulteriormente.

Gli esperti di Adobe Analytics stimano che la spesa effettuata online per le festività natalizie supererà quella dell’anno scorso e che il 55% di questi acquisti verrà effettuato da mobile.

Ecco perché abbiamo raccolto alcune Best Practice per il Black Friday 2021, per aiutarti a lanciare la tua campagna ed a rendere efficiente la comunicazione mobile con i tuoi clienti.

Ottieni il successo con queste #BestPractice

Il momento giusto per lanciare la tua campagna è proprio adesso.

Quello che vale per le altre campagne di marketing, è ancora più importante per il Black Friday. Secondo la nostra esperienza, le aziende con maggiori risultati danno il via alle loro campagne a Ottobre, o almeno 6 settimane prima della Black Week.

 

Quindi, se non hai ancora iniziato ti consigliamo di non sprecare altro tempo prezioso. Comincia a impostare i tuoi KPI, obiettivi e aspettative di riferimento in base ai dati degli anni precedenti.

Assicurati di avere il database di clienti e i consensi di opt-in aggiornati e richiedi il permesso di inviare offerte e notifiche.

Utilizza notifiche Rich Push

Prima ti abbiamo consigliato di iniziare presto con le campagne, ricordi?

Le notifiche Rich possono allertare gli utenti sulle offerte imminenti, prima del grande giorno. Potrai inviare contenuti brandizzati, creando anche un countdown per l’inizio del Black Friday.

Poi, appena inizia il clima di frenesia, potrai usare le notifiche Rich per ricordare ai clienti quanto tempo manca alla fine del Black Friday o delle offerte lanciate per la Black Week.

Come per tutte le notifiche, ti raccomandiamo di seguire quanto segue per avere successo garantito.

Monitora e modifica le tue offerte in tempo reale

Monitorare l’esperienza utente in ogni step del buyer journey è fondamentale. Come si traduce questo nella preparazione della tua campagna Black Friday? Ecco alcuni consigli:

 

Assicurati di avere accesso a statistiche e performance.

Proponi offerte per il Cyber Monday

Se hai scorte in eccesso, o se le vendite del Black Friday necessitano di un boost, continua a proporre offerte fino al Cyber Monday.

Invia promozioni e/o premi personalizzati per proporre un add-on ai clienti che hanno effettuato un acquisto durante il Black Friday.

Offri Guide ai regali

Le guide ai regali sono un ottimo strumento per mostrare tutti i prodotti che offri. Inoltre, garantiranno una navigazione più fluida verso l’acquisto.

Crea guide in grado di soddisfare i destinatari, amici, membri della famiglia, ecc. e assicurati che indichino chiaramente al cliente dove potrà trovare il prodotto desiderato sul tuo sito.

 

Usa emoji a tema festivo

Gli Emoji sono fantastici per coinvolgere e costruire una relazione con i tuoi clienti. Oltre a essere divertenti e popolari, rafforzano la definizione del tuo tone of voice attraverso la messaggistica. Usali per attirare l’attenzione e aumentare il tasso di apertura (fino al 4% in più).

 

Ottimizza un’esperienza di acquisto omnicanale

Ormai è comune disporre di una varietà di canali per interagire con la propria customer base. Dai social media al sito web, passando per il negozio fisico. Se riesci a connettere bene tutti questi touchpoint, puoi migliorare la customer satisfaction e incrementare le vendite.

Facciamo l’esempio di un cliente che ha visto un tuo prodotto su un’app, entra nel tuo negozio e viene aiutato da un dipendente a trovare l’oggetto del desiderio.

A sua volta, questa esperienza omnicanale potenzierà la fedeltà dei clienti, se il customer journey è buono dall’inizio alla fine.

Inoltre, quando offri un’esperienza omnicanale puoi integrare il conversational commerce all’interno della tua strategia, connettendoti con ogni cliente in ogni step del processo.

Indipendentemente dalla piattaforma di messaggistica scelta, avrai l’occasione di aprire un dialogo amichevole e di far scorrere più velocemente il cliente attraverso il funnel di vendita.

Chatbot, app, assistente vocale, WhatsApp, SMS, potrai essere ovunque si trovino i tuoi utenti, ma anche dare quel tocco di personalità che potrebbe mancare al tuo sito.

Pianifica una strategia intelligente di retargeting sul tuo pubblico per ridurre l’abbandono del carrello

Un carrello abbandonato si verifica quando un utente aggiunge prodotti al carrello, senza completare l’acquisto. Poiché questo processo avviene alla fine del funnel di vendita, può essere cruciale per il volume delle vendite. Proprio per questo motivo, vogliamo suggerirti dei trucchi molto utili per far fronte all’abbandono del carrello.

Riaccendi l’interesse dei tuoi clienti grazie al visual content

I contenuti visivi catturano l’attenzione del cliente in modo più incisivo rispetto ai contenuti testuali.

Usali per promuovere le tue migliori offerte e fornire ai tuoi clienti le informazioni utili per il processo di acquisto, vedrai che saranno un ottimo alleato per l’incremento del conversion rate.

Mantieni il vantaggio sulla concorrenza grazie a LINK

In qualità di CPaaS provider, offriamo non solo una grande varietà di canali in grado di soddisfare ogni tua necessità e di connetterti al meglio con i tuoi clienti, ma anche diverse soluzioni essenziali per rendere il tuo Black Friday un successo.

LINK Mobility fornisce servizi di comunicazione mobile che possono essere brandizzati e verificati, affinché i tuoi clienti siano certi dell’autenticità delle offerte.

Ecco alcuni servizi chiave per offrire ai tuoi clienti un’esperienza brandizzata e personalizzata:

Il Rich SMS ti consente di creare landing page personalizzate con le giuste CTA.

RCS migliora l’esperienza utente grazie a immagini, casorelli, video e molto altro.

Gli Account WhatsApp Business verificati aumentano il trust dei tuoi clienti, che sono sicuri di ricevere messaggi dal brand di cui si fidano. Puoi inviare immagini, video, documenti e molto altro.

Il nostro SMS Gateway consente comunicazioni in real time, mentre LINK Communication Platform ti permette di orchestraree automatizzare conversazioni su più canali.

Questa è una soluzione perfetta per conversare con i clienti e raccogliere dati importanti.

Infatti attira più acquirenti, diminuisce i costi e incrementa le entrate grazie ai coupon digitali, che possono essere utilizzati sia nei negozi fisici che online.

Il Black Friday rappresenta la giornata di shopping più importante dell’anno, ma l’attenzione sulla comunicazione non deve fermarsi lì.

Utilizza Xenioo per mantenere vive le conversazioni e coinvolgere i clienti durante le festività natalizie, in questo modo potrai incrementare il loro livello di soddisfazione nei confronti del tuo brand.

E infine, assicurati di interagire con i tuoi utenti sul canale più adatto e al momento giusto.
Perché durante il Black Friday ogni comunicazione e ogni messaggio… contano!

 

richiedi una demo

Conversational Marketing: conquistare i clienti con una comunicazione rapida e semplice

La pandemia di COVID-19 ha influenzato la quasi totalità della nostra vita: dal lavoro ai rapporti sociali, dal lifestyle ai viaggi, dalla moda allo sport. Impattando la nostra quotidianità ha avuto di conseguenza anche effetti sulle nostre abitudini d’acquisto.

Secondo la ricerca condotta da Facebook IQ – The Evolving Customer Experience: Perspectives From the Industry – nell’ultimo anno circa l’81% dei consumatori ha modificato le proprie abitudini di acquisto, e di questi il 92% pensa che questo cambiamento continuerà anche in futuro. Il 2020 ha registrato un aumento esponenziale dei canali digitali nei percorsi d’acquisto, a partire dalle ricerche online dei prodotti, fino al completamento delle transazioni.

Protagonista indiscusso di questo processo è stato il mobile, che quasi il 50% della popolazione globale ha dichiaratamente preferito come strumento per effettuare i propri acquisti online.

È chiaro, tuttavia, che facendo sempre più shopping da remoto i consumatori vogliano avere il totale controllo sull’esperienza d’acquisto, e che il processo debba essere il più semplice e rapido possibile.

Una ricerca di Google in collaborazione con Forrester Consulting, What Businesses Need To Know About Communicating With Consumers, ha messo in evidenza quanto tutti gli utenti considerino importante ed essenziale una customer experience fluida e veloce. Ed è qui che entra in campo la comunicazione, e il conversational marketing, che permette agli online shopper, di vivere un’esperienza di acquisto all’altezza delle proprie aspettative.

Cosa s’intende per Conversational Marketing?

Finora la messaggistica di marketing è stata comunemente associata a strumenti quali eMail e SMS, ma ad oggi si è evoluta, e mostra tutta una serie di canali alternativi che sono andati via via superando i limiti fisiologici dei canali più datati. Ottenere un alto tasso di lettura nel canale eMail non è cosa semplice, e gli SMS, che al contrario portano dei tassi di conversione più alti, impongono di concentrare la comunicazione in pochi caratteri.

La chat, e la messaggistica più in generale, stanno crescendo in modo esponenziale, coinvolgendo in modo trasversale generazioni differenti. È la rapidità il fattore determinante nella scelta di questi canali, ed è per questo che i consumatori si aspettano di poter comunicare con i brand attraverso il loro canale preferito, in modo semplice e veloce.

 

La comunicazione è la chiave del successo: secondo la stessa ricerca il 68% degli intervistati, afferma che, nel momento in cui deve fare una scelta, è più propenso a chiudere una transazione con un’azienda con la quale è più facile comunicare. Non è quindi un caso che le quattro più grandi piattaforme di messaggistica, ossia WhatsApp, Facebook Messenger, Viber, e WeChat abbiano un numero più alto di utenti attivi degli stessi social Facebook, Twitter, Instagram e Linkedin (4.1 miliardi vs 3.4 miliardi).

Quali sono i vantaggi del Conversational Marketing?

Quali sono i canali utilizzati nel Conversational Marketing?

Strutturare una comunicazione su canali differenti permette di emergere dalla concorrenza, sfruttando al meglio le potenzialità delle piattaforme e offrendo un’esperienza omnicale.

Tra i nuovi canali del Conversational Marketing è possibile includere:

Che si tratti di SMS, Viber, WhatsApp o altri sistemi di comunicazione l’importante è essere presenti e portare la conversazione fluidamente da una app all’altra per migliorare la customer experience e presidiare tutti i momenti della customer journey.

La crescita dei nuovi canali (WhatsApp, RCS, Viber, Facebook Messenger, …) non ha portato però al declino di eMail ed SMS. Secondo i dati di MobileSquared, ben oltre il 36% del totale dei consumatori è raggiungibile unicamente via SMS, ad esempio, e le eMail continuano ad essere un metodo di comunicazione veloce e affidabile. Incorporare quindi gli SMS, o le eMail, come parte della strategia mobile omnicanale significa assicurarsi risultati eccellenti e una copertura pari al 100%.

Con LINK è possibile strutturare e pianificare al meglio la propria strategia di comunicazione con messaggi e contenuti pensati ad hoc sui canali preferiti dai propri clienti.

Scopri di più sui nostri prodotti e inizia a pianificare la comunicazione del futuro con noi.

Contattaci

"*" indica i campi obbligatori

Nome e Cognome*
Consenso
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

 

richiedi una demo

WhatsApp Business API: come iniziare

L’app di messaggistica sono uno dei migliori strumenti per essere sempre in contatto con clienti e utenti finali. Una in particolare è cresciuta molto in fretta fino a diventare un vero e proprio leader del settore: stiamo parlando di WhatsApp. In questo articolo ci sono tutte informazioni utili per iniziare ad utilizzare WhatsApp Business API.

WhatsApp è un’applicazione di messaggistica istantanea di portata globale, utilizzata già da moltissime persone in tutto il mondo –circa 2 miliardi, per l’esattezza. Implementando e utilizzando WhatsApp sarà possibile alle aziende raggiungere i clienti proprio dove sono. Inoltre, WhatsApp consente di stabilire una comunicazione bidirezionale in modo totalmente riservato e sicuro, attraverso la sua criptografia end-to-end.

Sei curioso di sapere come funziona il consenso opt-in sulla piattaforma WhatsApp? Leggi la nostra guida !

Sempre più aziende vogliono utilizzare i sistemi API per WhatsApp Business , ma da che parte iniziare? Ecco una guida passo passo.

Che cos’è l’API di WhatsApp?

L’ecosistema WhatsApp ha lasciato:

  1. WhatsApp, che permette agli utenti una comunicazione person-to-person

  2. WhatsApp Business APP, per piccole aziende o singoli imprenditori

  3. WhatsApp Business Solution API, per medie o grandi imprese

 

Chi può avere accesso a WhatsApp Business API?

WhatsApp consiglia come miglior modo per accedere ai sistemi API Business quello di rivolgersi a uno dei suoi fornitori ufficiali, o “Business Solution Providers” (BSP). Al giorno d’oggi ci sono circa 60 fornitori BSP, e LINK Mobility è uno di questi. Nel caso in cui l’azienda fosse di piccole dimensioni, però, WhatsApp for Business (App) può essere la soluzione giusta per costruire un dialogo con i propri clienti.

Quando si tratta di imprese e aziende, WhatsApp ha delle specifiche policy che devono essere approvate. In accordo con la loro politica commerciale, i seguenti settori non sono supportati:

Tutte le industrie in altri settori sono benvenute e possono richiedere l’approvazione per l’integrazione di un’API creata da un fornitore WhatsApp BSP.

Richiedere WhatsApp Business API

Per richiedere l’integrazione dei sistemi API di WhatsApp Business occorre seguire quattro step fondamentali.

1.Registrarsi presso un Business Solution Provider (BSP)

WhatsApp incoraggia le aziende a rivolgersi ha un fornitore (BSO); questo implica meno lavoro per l’azienda e un tempo ridotto di commercializzazione. Questi provider dispongono di sviluppatori per configurare e monitorare le API, e un server virtuale per ospitare la comunicazione.

Lo sapevi? LINK Mobility è uno dei BSP approvati da WhatsApp. Possiamo aiutarti a iniziare oggi!

2. Fornire le informazioni di base

Nella seconda fase, sarà importante fornire informazioni generali sulla propria attività e su come si intende utilizzare WhatsApp Business API. Ciò comprende:

Il processo di richiesta viene eseguito circa 2-3 settimane, dopo le quali verrà notificato lo stato di approvazione.

Se vuoi saperne di più su WhatsApp Business API, puoi trovare informazioni qui .

3. Attiva il tuo numero

Successivamente, sarà necessario impostare un numero, fornire tale numero al proprio BSP, e rispondere a ulteriori richieste di informazioni riguardanti:

Dopo l’attivazione, i messaggi verranno raccolti su un server virtuale anziché sul telefono. In questo modo il numero di utenti collegati al proprio business può essere utilizzato con l’API di WhatsApp Business. Possibile risulta essere più di un numero, il mio per ogni numero è necessario risulta essere un server virtuale aggiuntivo.

Contatta il fornitore BSP per aggiungere altri numeri.

Puoi saperne di più sui numeri del telefono leggendo qui .

4. Imposta il format dei messaggi

Ogni azienda ha la possibilità di creare i template di messaggi altamente strutturati (HSM) che poi ottiene l’approvazione di WhatsApp prima dell’uso. Tali messaggi potranno, quindi, essere utilizzando il finale 24 ore dopo l’ultimo contatto con loro da parte dell’azienda, e solo est sono stati pre-approvati e hanno ottenuto il consenso opt-in da parte del cliente. Se è invece il cliente a contattare per primo l’azienda, questo modo di avviare una conversazione senza aver bisogno del modello di messaggio e senza ottenere il consenso opt-in nella finestra di 24 ore.

Leggi di più sui format, e sulle linee guida per i messaggi su WhatsApp .

Ci sono degli standard rigorosi per i template message:

Tutto qui?

Una volta completati questi semplici passaggi, se c’è la possibilità di ottenere il simbolo della spunta verde accanto al nome dell’azienda, per mostrare su WhatsApp che si tratta di un’azienda ufficiale verificata. Questo vale sei un marchio internazionale e invii più di 500 messaggi in un giorno. Il segno di spunta verde è un’ottima funzionalità – i clienti sanno di potersi fidare di te!

 

WhatsApp è un canale principale per connettersi con i clienti e iniziare a usarlo non è per niente difficile. Usa la nostra guida o lasciati aiutare dai nostri esperti proprio oggi!

* https://blog.whatsapp.com/two-billion-users-connecting-the-world-privately

Other sites